Questo sito utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per permettere una migliore esperienza di navigazione. Cliccando ok, continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.




I disabili psichici e i minori protagonisti assoluti della festa organizzata dalla "In Cammino"

PATTI. Per un giorno è stato come vivere in una favola. Come ogni anno la “In Cammino” Società Cooperativa Sociale Onlus ha organizzato una festa in maschera per i disabili psichici e i minori che vivono nelle sue strutture. Una serata che aveva come tema le fiabe. «Non è stata una scelta casuale – spiega Antonella Cappadona, una delle curatrici dell’iniziativa – con le favole si ritorna bambini e il nostro intento è stato quello di proiettare tutti in una dimensione un po’ fantastica».

Nel corso della serata sono state messe in scena piccole rappresentazioni ispirati a “La Sirenetta”, “Pinocchio”, “Alice nel Paese delle Meraviglie” e “Peter Pan”. Tutte preparate dai disabili psichici con il supporto dei responsabili delle strutture e gli operatori. Mentre i minori che vivono nelle Comunità “Il Delfino” di Milazzo e “La Farfalla” di Piraino si sono esibiti in una divertentissima rappresentazione in chiave moderna de “La Carica dei 101”. «La scelta di far lavorare insieme disabili e minori – interviene Marco Italiano, uno dei coordinatori delle strutture – è voluta. In questo modo i disabili psichici hanno modo di rapportarsi con i ragazzi. E in alcuni casi si aiutano a vicenda». Come nella preparazione del cibo offerto nel corso della serata e la realizzazione dei vestiti utilizzati come maschere. La festa si è conclusa con il taglio di una mega torta.

Galleria Fotografica a cura di Sd

  • 1
  • 10
  • 2
  • 3
  • 3minori
  • 4minori
  • 6
  • 8
  • DUE
  • TRE

IL PROGETTO

il progetto

DALLA REDAZIONE

dalla redazione

STORIE

storie

in città

in città

ZOOM

zoom

SPORT

sport